Filippo Poleggi: Mediterraneo

di Filippo  Poleggi

L’ idea di un nuovo grande ruolo per il Sud mi accompagna da tempo, rafforzata e una costante da quando Claudio Signorile, allora Ministro del Mezzogiorno, la rilanciò e rafforzò con il suo libro sul SUD come grande piattaforma nel Mediterraneo di cui non vogliono vedere le potenzialità.

E’ un idea che mi ha accompagnato per tutti questi anni e sono andato proponendo in sede giornalistica( Mondoperaio) e sedi di riflessioni pertinenti.

Un idea che si è andata rafforzando con i grandi cambiamenti, ad esempio la globalizzazione e la divisione internazionale del lavoro e della produzione e lo scenario dello scambio economico e commerciale che si è configurato.

Così, con il mio poco peso e i pichi mezzi, se non la parola, ho richiamato il quelle sedi la riflessione sul Mediterraneo attraversato da enormi traffici commerciali , navi container  per 909 milioni di merci da oriente a occidente(  la stima di quegli anni andrebbe solo aggiornata per la crescita e gli effetti della pandemia attuale). Ma questo traffico e queste navi non si fermano nei nostri porti, doppiano le colonne d’Ercole e vanno a trafficare nei porti del Nord Europa.

In varie occasioni si è accesa la speranza, ogni volta che per i terrremoti o altre calamità si è riaccesa la riflessione e la volontà proclamata di rifare l’ Italia, sempre spentesi per la mancanza di soldi e il ritorno alla dinamiche di sempre con il Mezzogiorno cenerentola e incapace di programmare, progettare, cantierare,  come anche oggi con il con il Piano di recupero. L’idea di una Federazione per fare proprio queste cose mi conquista. I porti attrezzati li abbiamo, altri vanno adeguati, le infrastrutture acquistano un ruolo più forte e convincente, così il corridoio europeo nord sud, quello est –ovest, Il ponte di Messina, l’alta velocità.

Come ho scritto tempo addietro su un nostro accorto quotidiano anche il mio piccolo Molise avrebbe un altro destino, collegato al porto di Napoli attraverso la grande piattaforma logistica della pianura campana che, guarda un po’, termina  a Venafro, porta della   regione Molise.

Per queste ragioni ci sono anch’io.

 

 

 

 

 

 

POSTED BY
Editore Editore

Copyright Mezzogiorno Federato 2021. Tutti i diritti riservati.